statistiche.

In aereo,
avrò incrociato mia moglie
almeno un milione di volte.

penso che penso troppo.

cosa pensi di fare

quando lo stai già facendo?

|rispondi, se puoi|

fa notte tardi qui, sarà il freddo.

Fa notte più tardi qui,
Hahn è un paesino cabrio,
col cielo aperto,
nel verde dei boschi,
col faro dell’aeroporto
di fronte casa
che mi lascia sveglio

Il sorriso di chi vive qui
lascia un po’ a desiderare.

Sarà il freddo.

quello che per me è importante.

Le incomprensioni sono così strane,
sarebbe meglio evitarle sempre,
per non rischiare di aver ragione,
ché la ragione non sempre serve.

Domani invece devo ripartire
mi aspetta un altro viaggio,
e sembrerà come senza fine
ma guarderò il paesaggio.

Sono lontano e mi torni in mente
t’immagino parlare con la gente.

Il mio pensiero vola verso te
per raggiungere le immagini
scolpite ormai nella coscienza
come indelebili emozioni
che non posso più scordare,
e il pensiero andrà a cercare,
tutte le volte che ti sentirò distante,
tutte le volte che ti vorrei parlare,
per dirti ancora che
sei solo tu la cosa,
che per me è importante
che per me è importante

Mi piace raccontarti sempre
quello che mi succede,
le mie parole diventano nelle tue mani
forme nuove colorate,
note profonde mai ascoltate
di una musica sempre più dolce
o il suono di una sirena
perduta e lontana.

Mi sembrerà di viaggiare io e te
con la stessa valigia in due
dividendo tutto sempre.
Normalmente.

|Tiromancino|

andare, viaggiare o fuggire.

Su strade lucide
sfrecciano ininterrotti
i miei pensieri.

Inseguono i sogni realizzati e
quelli con scadenza a lungo termine.

Tamponano le mie idee, quelle altrui.
Combattono per sorpassarle e
rischiano così collisioni.

Amo la parola viaggiare,
vorrei diventasse la mia vita.

Su strade lucide
d’olio motore,
umide di pioggia e
urina di qualche autostoppista
sfrecciano i miei pensieri.

Amo la parola volare,
vorrei diventasse la mia vita.

L’acqua lava tutto,
strade, gli alberi e i tetti delle case.
Ripulisce di tutto quel fracasso
a cui siamo abituati di solito,
quel trambusto così sporco
cui siamo abituati a respirare.

Spero proprio che venga a piovere.

Amo la parola andare,
vorrei diventasse la mia vita.
Avanti, andare sempre avanti.
Tralasciando tutto e andando oltre.