statistiche.

In aereo,
avrò incrociato mia moglie
almeno un milione di volte.

quando i tuoi angoli fanno male.

la tua leggerezza mi fa male.

Il bianco della pelle,
ancora dipinto,
tela, tesa tra i miei
timori, tremori,
come chiodi conficcati
nel mio profilo laterale
di una cornice nascosta,
lasciando fuori poco,
la faccia di una medaglia,
mai vinta, per giunta.

La tua leggerezza mi fa male,
la tua profondità mi inquieta,
la tua forma interna,
incompatibile con la mia
fa fare testa e muro,
ostacolo invalicabile
ma pur sempre necessario.

Resti dentro, tele dappertutto,
resti, che non voglio farti uscire,
sembra brutto detto così.
Lo farai per un bel po’ ancora,
ho ristrutturato, modificato,
ne vale la pena? No. Meglio così.

ho scritto una cartolina.

Ho scritto e mandato una cartolina,
si, invio ancora lettere a volte,
solo alle persone importanti.

Una cartolina col francobollo,
una lettera, scritta a mano,
è come se chi la invia stesse lì.
Se solo pensassimo che per scriverla
ci ha poggiato le mani,
le dita, ora non più,
ma prima anche la saliva,
e qualcuno, ancora, il rossetto.

Ho inviato una cartolina,
la mia famiglia è lontana,
Bergamo è bella
e ci vivrei anche,
l’accento è divertente,
le persone cordiali,
insomma, si.

Sarà retrò, ma l’ho fatto.
Le mail servono per lavoro,
la carta serve per l’amore.

che odore ha la luce quando è spenta.

M’hai dato tanto,
nel tempo lo si capisce.

Ho imparato,
lezioni che mi davi ogni giorno,
nozioni, inscatolate,
catalogate nella memoria.

Mi hai insegnato,
il silenzio di una stanza vuota,
il sapore agrodolce della solitudine,
il desiderio di camminare da solo.

|Grazie|

_____________________________

Light off scent

You gave me a lot,
over time I got it.

I learnt,
daily lessons you gave me,
notions, packed, well
organized in my memory.

You taught me,
the silence of empty room,
the bittersweet loneliness taste,
the walking alone desire.

|Thanks|

solo.

Dopo tutto,
non è proprio male
la solitudine.

Decidere, muoversi, stare,
tutto dipende da te.

Un po’ di sano egoismo
può far solo bene.
Fa bene a te, ed
al rapporto con te stesso,
e fa bene agli altri,
idem con patate.

È il giusto prezzo
da pagare per la libertà.

Cerca una persona
che ti faccia sentire bene,
che ti faccia sentire te stesso,
talvolta,
Che ti faccia sentire solo.

a te.

IMG_20180703_085707_863.jpg

Tolgo aria ai polmoni
per farla vivere a te,
ci rimetto la vista
e vedere cosa sei,
ti regalo le mie mani
per sentirti sempre.
Stappo le orecchie
dai penosi rumori
di una città affollata
dal traffico e le riempio
di imbarazzanti silenzi,
quelli di guance rosse,
la timidezza è la verità
letta negli occhi,
libri aperti a pagine
ampie quasi finestre.

Ti dono quanto ho di più
onesto e di valore,
la mia musica,
la mia ispirazione,
le mie sole parole,
le mie espressioni,
il mio cuore che impazzisce
ogni qualvolta mi guardi
seccandomi le labbra.

Ti dono le mie migliori immagini,
momenti di sorrisi e occhi rossi in foto,
i ricordi più impressi, cemento nitido.
Ti dono il vassoio dei miei sentimenti.
Il bimbo complessato da Edipo,
ti abbraccia le gambe e ti guarda dal basso.
Ti dono me stesso sempre,
Ti dono le mie ali,
perché tu le prenda in custodia,
dentro te.

 

|ora va a dormire|